mercoledì 23 maggio 2018 03:19:32
omninapoli

Banco di Napoli, First Cisl denuncia: Con assorbimento definitivo autonomia ha giorni contati

24 gennaio 2018 Economia

“L’autonomia del Banco di Napoli ha i giorni contati. Una delle più antiche banche italiane sarà a breve assorbita definitivamente dalla capogruppo Intesa Sanpaolo, nell’ambito delle strategie Consiglio d’Amministrazione per la razionalizzazione delle attività. Una scelta, questa, che potrebbe avere ripercussioni devastanti a livello decisionale e occupazionale per Napoli e la Campania”. E’ quanto si legge in una nota di Anna Borriello, Segretario Generale Regionale della First Cisl Campania: “Il grido d’allarme che avevo lanciato in riferimento al depotenziamento della rete di sportelli Unicredit in Campania è rimasto inascoltato – spiega – . Il processo di impoverimento del nostro territorio continua. Ribadisco la necessità di un rapido e deciso intervento delle istituzioni politiche (Comune e Regione) affinchè ci sia un freno immediato rispetto alla decisione di Intesa San Paolo – prosegue ancora Borriello – . Si sta perdendo completamente di vista la reale funzione del Credito che deve essere il motore dell’economia locale e non è possibile che si assista passivamente a questa perdita di centri decisionali che aumentano il gap già evidente tra nord e sud del paese”. Sulla stessa lunghezza d’onda il pensiero di Enrico Cocciolla, Segretario della First Cisl Campania: “Non condividiamo assolutamente questa decisione che inevitabilmente porterà conseguenze pesanti per Napoli e la Campania sia a livello occupazionale che decisionale. Quanto accaduto anni addietro con il Banco di Sicilia incorporato da Unicredit rappresenta purtroppo un modello di progressivo depauperamento che non possiamo accettare per il nostro territorio, che avrebbe invece bisogno di ulteriore sviluppo. Saremo particolarmente vigili sulle modalità di questa fusione ma come ha detto il Segretario Regionale Anna Borriello richiediamo il sostegno e l’intervento delle forze politiche locali che ci auguriamo vogliano affiancarci e sostenerci in questa complessa situazione”.

Condividi questo articolo