domenica 27 maggio 2018 13:44:52
omninapoli

Capodanno, diminuiscono feriti: proiettile vagante colpisce bambino, un arresto

1 gennaio 2018 Cronaca

Sono 35 le persone danneggiate dai botti. Sorvegliato preso dalla Polizia a San Giovanni

Dopo Capodanno è di 35 feriti il bilancio dei festeggiamenti tra Napoli e provincia, meno dell’anno scorso quando ammontarono a 46.  In città 22 le persone ferite per lo scoppio di botti e 13 in provincia, tra questi un bambino di 8 anni alla mano destra per un scoppio di un petardo; un 23enne ha perso due dita della mano destra mentre un 27enne di Castel Volturno rischia di perdere l’occhio destro; un 52enne di Casavatore è stato ricoverato per lesioni al braccio e alla nuca mentre un 49enne di Portici ha riportato ustioni su diverse parti del corpo. Poco prima della mezzanotte di ieri sera gli agenti del Commissariato San Giovanni e dell’Ufficio di Prevenzione Generale della Polizia di Stato, hanno arrestato  il 30enne  napoletano Gitano Luigi,  responsabile del reato di  detenzione di munizioni di vario calibro. Verso le ore 23.00, la locale Sala Operativa notiziava gli equipaggi in servizio nelle aree di San Giovanni del ferimento di un bambino in via Sorrento, attinto da colpi di arma da fuoco alle gambe, mentre, ospite di alcuni parenti,  era fuori al balcone con il padre. Il bambino ha ricevuto immediatamente le prime cure mediche all’ospedale Loreto Mare, ma successivamente, è stato trasportato al Santobono  per  gli ulteriori accertamenti. Il padre riferiva che poco prima del ferimento del bimbo,  aveva notato due scooter, uno bianco ed uno scuro  con a bordo due persone che, transitavano nella via  Sorrento ed all’altezza del civico 31, avevano esploso numerosi colpi di arma  da fuoco; notizia suffragata dal rinvenimento, da parte dei poliziotti di  25 bossoli, molti dei quali avevano attinto una autovettura lì parcheggiata. L’episodio del ferimento del bambino ha fatto scaturire una serie di perquisizioni tese all’individuazione dei colpevoli. Una delle perquisizioni, gli agenti l’hanno effettuata presso l’abitazione di Luigi Gitano, il quale, sebbene fossero le  23.55 del 31 dicembre,  era sotto la doccia, circostanza questa che ha insospettito ulteriormente i poliziotti che hanno intensificato l’attenzione ed hanno rinvenuto 182 cartucce di vario calibro tra le quali 8 erano munizionamento da guerra. L’uomo è stato portato alla Casa Circondariale di Poggioreale .

Condividi questo articolo