lunedì 21 maggio 2018 08:44:22
omninapoli

“Chiudiamo le frontiere non le strade”, protesta Casa Pound contro barriere

28 agosto 2017 Politica

“Invece delle strade chiudiamo le frontiere”, così recitano i numerosi striscioni di protesta a firma CasaPound, dopo che in città sono comparsi numerosi blocchi di cemento, che secondo la prefettura costituirebbero delle barriere antiterrorismo.  “Deturpare la nostra città – si legge nella nota diffusa del movimento – con blocchi di cemento e catene, non è certo la giusta soluzione al fenomeno terrorismo; da via Toledo alla stazione centrale numerose strade risultano letteralmente blindate, anche con la presenza di esercito e forze dell’ordine”.
“Abbiamo affisso in tutta la città decine di striscioni – continua la nota – perché crediamo che l’unico giusto provvedimento che possa contrastare il terrorismo sia quello di chiudere le frontiere, evitando così il fenomeno dell’immigrazione selvaggia, prima causa dell’ingresso in Europa di terroristi. Blindare Napoli – conclude la nota – non serve a nulla, e non saranno certo dei semplici blocchi di cemento e delle catene a scoraggiare chi è in odore di attentati: bisogna difendere la nostra cultura e pensare al nostro popolo, ed il primo passo da compiere è fermare l’immigrazione selvaggia”.

Condividi questo articolo