martedì 22 maggio 2018 17:49:02
omninapoli

San Gennaro, il miracolo si ripete: sciolto il sangue nell’ampolla

5 maggio 2018 Cronaca

Cardinale Sepe: “Il sangue della malavita è il cancro della nostra meravigliosa terra”

Il miracolo di San Gennaro si è ripetuto anche questa volta. “Vi do la bella notizia che il sangue si è sciolto, rimane un piccolo grumo, ma il sangue si scioglie un po’ alla volta”, ha detto il cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli, annuncia ai fedeli lo scioglimento del sangue di San Gennaro nella basilica di Santa Chiara, al termine dell’omelia.  “Quando l’ho preso era già così sciolto”, afferma il presule, “non è stato lo sballottolamento della processione, il sangue si scioglie anche senza sballottolamento”.

“San Gennaro soffre veramente, perché troppe strade di Napoli, anche quando non sono bagnate dal sangue, sono diventate teatro di violenza”, ha detto Sepein occasione delle celebrazioni per il Santo Patrono Gennaro. “Una violenza spesso gratuita, quasi irrazionale, perché non sempre nasce dall’avidità del danaro dalla tendenza a delinquere o dall’abitualità criminosa o ancora dalla inclinazione al delitto e dalla pericolosità sociale” – prosegue  – “San Gennaro ha attraversato le strade del nostro vivere, della nostra napoletanità fatta di calore umano e che certamente gli procura gioia,come succede tra parenti e all’interno di una famiglia, ma ha anche sofferto tanto, come parente autorevole, per il sangue che troppo spesso bagna queste nostre strade. E non importa se è sangue innocente o colpevole, perché è sempre sangue umano, che distrugge vite, porta dolore, semina lutti, offende la città. E’ il sangue della malavita”, prosegue Sepe, “quella comune o quella organizzata, che resta un vero cancro di questa meravigliosa terra, che non riesce a liberarsene del tutto, nonostante la reazione e la lotta della gente sana, nonostante una diffusa cultura antimalavitosa, nonostante l’impegno e i successi delle Forze dell’Ordine.

Condividi questo articolo