venerdì 25 maggio 2018 04:56:40
omninapoli

Sanità, Lorenzin: Commissariamenti fallimentari, cambiare poteri delle Regioni

22 febbraio 2018 Sanità

“Differenza di vita tra Nord e Sud? Dati usciti da nostra ricerca, le diseguaglianze sono diventate pari ad anni: le Regioni devono investire in prevenzione almeno il 5 per cento, poi serve educazione a corretti stili di vita. Quanto all’accessibilità ai servizi, devo dire che il modello dei commissariamenti ha fallito: i presidenti di Regione fanno quello che vogliono, lo Stato al di là di togliere fondi non ha possibilità di intervenire. Per questo ho proposto nuovo modello di commissariamento in cui lo Stato si sostituisce alle aziende che non funzionano: l’ho proposto al Consiglio dei ministri ma anche alla conferenza Stato-Regioni. Scegliamo noi il direttore e dopo un anno riconsegniamo la struttura. E’ l’unico modo per risolvere il problema. L’attuazione della trasparenza è a macchia di leopardo in Italia. Il referendum è stato bocciato, ma se invece di parlare del Senato, parlavamo delle Regioni forse il referendum andava meglio. Riproporrò la riforma del Titolo V della Costituzione”. Così il ministro della Salute Beatrice Lorenzin a margine di convegno al carcere di Secondigliano. “Dobbiamo evitare questa conflittualità e a partire da oggi dobbiamo mettere al centro dell’attenzione una collaborazione con l’Asl e l’amministrazione penitenziaria. Chiederò al ministro di avere anche più posti di ricovero per operazioni per i detenuti. Su 7.300 detenuti nella nostra regione, ci sono appena 32 posti nelle aziende ospedaliere: dobbiamo incrementarli e dobbiamo incrementare anche la presenza di alcuni specialisti all’interno delle  carceri per una questione di sicurezza, per evitare il trasporto di detenuti dalle carceri agli ospedali”. Così il garante regionale per i diritti dei detenuti, Samuele Ciambriello, a margine del convegno.

Condividi questo articolo