mercoledì 23 maggio 2018 10:51:28
omninapoli

Sicurezza, de Magistris: “Nostro piano al Comitato in Prefettura”

15 gennaio 2018 Politica

“Il momento è difficile, c’è bisogno di unità di intenti, nessuno si può tirar fuori, bisogna portare gli indifferenti a schierarsi”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, risponde ai giornalisti sull’ultimo episodio di violenza che vede coinvolti giovanissimi, accaduto a Chiaiano, a margine della cerimonia di intitolazione del largo di via Vetriera a Chiaia a Maurizio Estate. “Non faremo mai parte di quelli che scaricano la responsabilità su altri”, afferma il primo cittadino, “perché quando accadono fenomeni non solo criminali ma sociali, come questi, è una collettività intera che si deve rendere protagonista del cambiamento”. “Come amministrazione”, prosegue il numero uno di Palazzo San Giacomo, “abbiamo messo in campo azioni senza precedenti, in questi anni, sul piano sociale e culturale, fra qualche giorno, nei comitati che si riuniranno in Prefettura, porteremo un piano per caratterizzare ulteriormente, nel 2018, all’insegna dell’impegno culturale l sociale, pedagogico, civico e di passione per la città”. “Oggi c’è bisogno”, conclude de Magistris, “e sono contento che il ministro dell’Interno ha deciso di venire nella nostra città, che la risposta più importante è immediata deve essere data da chi ha il compito di prevenire i reati e individuarne i responsabili. Bisogna considerare la cosiddetta criminalità comune, quella giovanile, come una priorità giudiziaria. Basta chiedere alle mamme e ai papà dei figli che sono stati brutalmente aggrediti se lo è è non è più accettabile che ci siano migliaia di sentenze passate in giudicato, con colpevoli individuati, che non vengono eseguite. Se non mettiamo in campo Stato e comunità, rischiamo che Arturo e gli altri non siano gli ultimi ma alcuni di una lunga serie”.

Condividi questo articolo