sabato 21 aprile 2018 04:00:16
omninapoli

I politici lo criticano, continua a far ridere: Natangelo discute di satira con Guapanapoli

13 gennaio 2018 Cultura

L’Associazione Guapanapoli ospita in esclusiva Mario Natangelo, disegnatore del Fatto Quotidiano, per una chiacchiera sulla satira al tempo di Facebook.
L’appuntamento è per sabato 20 gennaio alle ore 18. nella sede di via Tino da Camaino 4 al Vomero. Introducono Marta Del Giudice e Armando Grassitelli di Guapanapoli.
Modera l’incontro Roberto Malfatti, della Cooperativa Sepofà. Mario Natangelo, nato a Napoli nel 1985 e residente a Roma, è attualmente uno dei pochi veri autori satirici in Italia.
Natangelo, dal 2009 vignettista del Fatto Quotidiano, vanta l’invidiabile “curriculum” di essere stato criticato negli anni da tutto l’arco istituzionale senza eccezioni di sorta; di tale circostanza va giustamente orgoglioso rivendicando la propria indipendenza di autore satirico. La satira, come ha spesso ribadito Natangelo, non deve compiacere alcuno né fungere da controcanto di una fazione politica piuttosto che di un’altra. Nel 2017 inizia a collaborare come vignettista con la rivista Tempi, periodico settimanale cattolico vicino a Comunione e Liberazione ma interrompe la collaborazione dopo pochi mesi per divergenze con l’editore in seguito alla censura di una vignetta. Sempre nel 2017 il suo profilo Facebook è stato oscurato per un mese in seguito alla denuncia presentata dai Giovani Democratici dopo la pubblicazione di una vignetta sui morti di Rigopiano ritenuta offensiva della memoria di una giovane attivista del PD morta nella tragedia di Rigopiano. Nel 2011 ha pubblicato “Napolitano” con Aliberti; nel 2015 “Pensavo fosse amore invece era Matteo Renzi” per Magic Press, riproposto nella versione “Maria Elena Boschi edition” nel 2016 Nel settembre 2012 ha ricevuto il premio Satira Politica Forte dei Marmi per Napolitano, e il Premio Gabriele Galantara per la satira politica.

Condividi questo articolo