Emilia e i suoi ragazzi. L'opera civile della fede

Emilia e i suoi ragazzi. L'opera civile della fede

di Emanuele Boffi

Emilia Vergani (Carate Brianza, 6 novembre 1949 - Asunción, 30 ottobre 2000) è stata "un'operaia di carità". Moglie di Giancarlo Cesana, ha aderito sin dalla giovinezza al movimento di Comunione e Liberazione, dalla cui esperienza ha tratto un originale metodo di intervento nel campo dell'assistenza sociale e della lotta all'abbandono scolastico. Dalla sua passione educativa è nato nel 1997 il Centro In-Presa, dove, attraverso il lavoro, si indica ai giovani una strada per scoprire che la vita ha un senso e che la realtà è positiva. Sviluppando le intuizioni della sua fondatrice, In-Presa ha proseguito e allargato negli anni le sue attività (oggi si occupa di formazione professionale, alternanza scuola-lavoro, inserimento lavorativo, aiuto pomeridiano allo studio, ed è anche un circolo ricreativo serale), muovendosi sempre all'interno di un percorso pedagogico che trae linfa da una profonda esperienza di fede. "I ragazzi di In-Presa meritano di più. C'è da fargli provare di più della bellezza della vita. Non è che mi metto ad amare di più, ma è che il mio bisogno è essere amata di più. Tutto il mio comportamento, anche quello di cui mi vergogno, è la ricerca di questo: "Una piaga incurabile che non vuole guarire". È una continua inquietudine soprattutto se l'amore totale te lo aspetti da chi non lo può dare" (dal Diario di Emilia).