Racconti di mare e di costa

Racconti di mare e di costa

di Joseph Conrad

"C'è in Conrad un esotismo, un predilezione per determinati luoghi insoliti e lontani che non ha nulla del capriccio. Qui siamo fuori dalla scelta pittoresca, sempre tesa alla caccia di nuovi superficiali angoli di visione.

Qui lo sfondo ha l'ossessività di un'atmosfera quotidiana e così intensa e inevitabile è la presenza di questo "altrove", di questa memoria, che ci pare in sostanza di muoversi nella cerchia incantata di un simbolo, di un mito. Il Mare del Sud è veramente per Conrad il luogo dell'anima." (Dalla nota introduttiva di Cesare Pavese).