Vermeil non è tutto oro quel che luccica

Vermeil non è tutto oro quel che luccica

di Marina Giusti Del Giardino

Cecilia è una trentenne divorziata con due figli piccoli, Allegra e Victor. La sua nuova condizione di single con figli a carico la obbliga a darsi da fare a cercar lavoro. Un amico d'infanzia, Giulietto Sanicola, le propone un incontro professionale con Filippo Rumeni, quarantacinquenne proprietario, insieme ai fratelli Dimitri e Massimo, di una delle più prestigiose gioiellerie d'Europa.

Per Cecilia potrebbe essere l'occasione per dare una svolta alla sua vita e, seguendo tutti i consigli dell'amico, affronta con determinazione l'appuntamento. È così che, una volta assunta, scopre un nuovo mondo, quello che ruota intorno alla ricchezza dei gioielli della ditta Rumeni. Tra mostre, apertura di nuovi punti vendita, servizi fotografici e viaggi, Cecilia impara a conoscere il mondo Rumeni, scopre i tanti volti della sua ricca e bizzarra clientela e si rende conto che è proprio vero che non sempre "è tutto oro quel che luccica".